Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di profilazione di terze parti per inviare pubblicità in linea con le tue preferenze.
Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo.

Get Adobe Flash player

Tutti i lunedì alle ore 20.45 attività di MEDITAZIONE ZAZEN
 

Cos'é lo ZEN?

Il segreto dello Zen consiste nel sedersi, semplicemente, senza scopo ne' spirito di profitto, in una postura di grande concentrazione.
Questo fondamento disinteressato e' chiamato Za-zen; za, significa sedersi, e Zen meditazione, concentrazione. L'insegnamento della postura, che e' trasmissione dell'essenza dello Zen, ha luogo in un Dōjō o Zendō (luogo della pratica della Via). Esso e' impartito da un esperto, iniziato tradizionalmente, nella linea dei patriarchi e del Buddha, da monaci e Bodhisatva, persone che hanno ricevuto gli ordini religiosi o laici, secondo la tradizione Zen. La pratica dello Zazen e' di grande efficacia per la salute del corpo e della mente, che conduce verso la loro condizione normale. Lo Zen non puo' essere racchiuso in un concetto, ne' reso attraverso il pensiero, chiede di essere praticato; e' essenzialmente, un'esperienza. L'intelligenza non e' sottovalutata, soltanto si ricerca una piu' alta dimensione della coscienza non stagnante su una visione unilaterale o dualistuca degli esseri e delle cose. Il soggetto e' nell'oggetto, ed il soggetto contiente l'oggetto. Si tratta di realizzare, attraverso la pratica, il superamento di tutte le contraddizioni, di tutte le forme di pensiero.
Vi e' la realtà soggettiva, che ci propone la mente, dopo che la vista, l'udito, il tatto, l'olfatto, il gusto, hanno percepito degli stimoli, che inviano alla mente, che li elabora. Così è la realta' virtuale dei ricordi e dei progetti futuri.
C'e' la realta' oggettiva ed obiettiva, quella vera, del momento presente, non filtrata dai sei sensi (nello Zen la mente è il sesto senso, che elabora gli altri cinque).

Zazen porta ogni cellula del corpo-mente, nella realtà.